Polonia




Fotografia scattata a Varsavia, Monumento al Milite Ignoto, il 2 giugno 2016

Polonia: la bandiera

Fonte: FOTW
Bicolore bianco-rosso, a due bande orizzontali di eguali dimensioni. Proporzioni 5:8. La bandiera ha un soprannome presso i polacchi, che la chiamano "biało-czerwona" (la bianco-rossa).

Storia della bandiera
Non vi sono dubbi che la bandiera sia la trasposizione dei colori dello stemma polacco (aquila argento in campo rosso). Già nel 1410, nella battaglia di Grunwald, il principe Wladislaw Jagiello utilizzava un drappo di colore rosso caricato con l'aquila argento.
In seguito, nel XVII secolo si passò ad una configurazione a bande orizzontali: Zygmund III Vasa, nel 1632, utilizzava tre bande rosso-bianco-rosso, mentre Wladislaw IV (1648) e Jan Casimir (1668) utilizzavano 4 bande rosso-bianco-rosso-bianco.
Il bicolore nella forma attuale fece la sua comparsa per la prima volta durante le rivolte del 1831. In genere il biccolore venne utilizzato durante tutte le rivolte indipendentiste del XIX secolo. L'ordine dei colori era tuttavia variabile. Con l'indipendenza del 1919 si pose fine a questa fase instabile. Il 1 agosto 1919 venne formalizzata l'attuale disposizione dei colori, che è rimasta da allora sempre immutata.

Torna all'indice